"Nella mente ha origine la sofferenza; nella mente ha origine la cessazione della sofferenza"
Budda



EMDR EYE MOVEMENT DESENSITIZATION AND REPROCESSING

La tecnica EMDR viene utilizzata per molteplici problemi clinici: fobie, attacchi di panico, traumi infantili, difficoltà di apprendimento, abuso sessuale, disturbi di personalità, disturbi somatici, disturbi ossessivi e alimentari, problemi di autostima ecc...
Si tratta di un approccio complesso, ma ben strutturato, che può essere inserito in vari metodi terapeutici aumentandone l’efficacia.
L’ EMDR utilizza i movimenti oculari (o altre forme di stimolazione alternata destro/sinistra), per ristabilire l’equilibrio eccitatorio/inibitorio a livello cerebrale, provocando così una migliore comunicazione tra gli emisferi ed attivando il sistema innato di elaborazione dell’informazione e di immagazzinamento nella memoria.
Si basa su un processo neurofisiologico naturale, legato all’elaborazione accelerata dell’informazione.
Molte patologie derivano da informazioni immagazzinate nel cervello in modo non funzionale. Quando avviene un evento ”traumatico”, infatti, viene disturbato l’equilibrio eccitatorio/inibitorio necessario per l’elaborazione dell’informazione.
Si può affermare che questo provoca il “congelamento” dell’informazione nella sua forma originale ed ansiogena, nello stesso modo in cui è stato vissuto. Questa informazione “congelata” e racchiusa nelle reti neurali non può essere elaborata e quindi continua a provocare patologie come il disturbo da stress post traumatico (PTSD) e altri disturbi psicologici.
L’EMDR è usato fondamentalmente per accedere, neutralizzare e portare a una risoluzione adattiva i ricordi di esperienze traumatiche che stanno alla base di disturbi psicologici attuali.

news

01-05-2016 04:04

Spesso usiamo tutte le nostre energie per trattenere altri legati a noi. Dovremmo invece ribaltare il nost...